Peposo di Campo Bargello

3 Dec

Peposo di Campo Bargello

Veloce ma gustosa variante della classica ricetta del Peposo all’Imprunetina, chiamato anche alla fornacina o del Brunelleschi è un secondo piatto tipico fiorentino, che ha avuto origine sulle colline della valle del Greve, ad Impruneta, paese rinomato per le terrecotte. Si dice che gli uomini che lavoravano nelle fornaci, pranzassero con questo piatto semplice e nutriente inventato, secondo la leggenda, proprio dal Brunelleschi durante la realizzazione dei mattoni per la cupola del Duomo di Firenze e cotto nelle fornaci, in recipienti di terracotta.

Anche se può risultare strano, è un piatto relativamente leggero in quanto privo di grassi aggiunti.

Per 4 persone

1 kg di muscolo di manzo 1 bottiglia di Rosso di Monteregio di Campo Bargello

1 manciata di pepe nero macinato fresco e un po’ in grani

Concentrato di pomodoro 400 g.

Sale

3 spicchi d’aglio

Bacche di ginepro

Salvia e rosmarino

Procedimento

Tagliate la carne a spezzatino grossolano, sciacquatela velocemente e mettetela nella pentola a pressione. Aggiungete tutti gli altri ingredienti, coprite tutto con il Monteregio e ponete a marinare per una mattinata. Un’ora e mezza prima di gustarlo, iniziate la cottura a pentola aperta per far ritirare un poco il vino poi chiudete la pentola e dal fischio, abbassate la fiamma facendo cuocere per un’ora.

Servite il Peposo ben caldo su fette di pane abbrustolite.

La ricetta tradizionale prevede la cottura in pentola di coccio in forno a 150° per tre ore circa.

Leave a Reply